Home Chi siamo Prodotti Contatti
Home
Chi siamo
Prodotti
Contatti
 
mamma_e_miccu




























  amica-64-plus














Spectra

















        ksenia

















    























































































 

Con la pubblicazione sulla Gazzetta ufficiale n. 147 del 26 giugno 2012 – Supplemento   Ordinario n.129 del  Decreto Legge n. 83 del 22 giugno 2012 "Misure per la crescita del paese" (Sviluppo Economico) - è stato decretato l’aumento al 50% della detraibilità dall’IRPEF degli interventi di ristrutturazione delle unità residenziale ad uso privato effettuati fino al 30 giugno 2013, fino al tetto massimo di 96.000 euro.
Tra gli interventi che riguardano la sicurezza fisica e che usufruiscono di tali maggiori incentivi, si segnala l’installazione di rilevatori di apertura e di effrazione dei serramenti; fotocamere o cineprese collegate con centri di vigilanza privati (ndr: ossia sistemi di videosorveglianza); apparecchi rilevatori di prevenzione antifurto e relative centraline; casseforti, porte blindate, serrature ed altri mezzi di sicurezza passiva.
Sarà quindi possibile recuperare fino a 48.000 euro per unità abitativa sotto forma di credito di imposta da usufruire in sede di dichiarazione dei redditi in 10 rate annuali di importo uguale, per le spese pagate tra il 26 giugno 2012 ed il 30 giugno 2013. Il periodo di recupero è ridotto a 5 ed a 3 anni per i contribuenti che hanno compiuto rispettivamente 75 ed 80 anni.
Potranno godere dell’agevolazione anche coloro che hanno iniziato i lavori prima dell’entrata in vigore del decreto, ma che effettueranno i pagamenti successivamente. I pagamenti dovranno avvenire mediante bonifico bancario o postale, indicando  la causale con gli estremi della fattura, il codice fiscale del soggetto pagante e la partita iva del beneficiario.



ANTIFURTO
La sicurezza è una scelta importante per la serenità della vita e il futuro dell’abitazione e del luogo di lavoro. Scopri come proteggere ambienti residenziali e professionali; dotarsi di un sistema di antifurto significa usufruire di un alto standard di sicurezza: poter dormire tranquilli con la certezza che tutti i tuoi beni e le persone a te care siano protette da un sistema tecnologicamente all’avanguardia.
Il sistema sarà composto da:
  • Sensori, scelti per tipologia e numero in base alle tue esigenze e alle caratteristiche dell’ambiente in cui andranno installati; si potrà usufruire di rilevatori volumetrici (sensori infrarossi a doppia tecnologia) con ottica a specchio per installazioni in ambienti ad alto rischio; barriere multifascio orientabili, indicate sia per applicazioni in esterni, quali protezione perimetrale di recinzioni, balconi terrazzi, sia per applicazioni in interno come protezione di corridoi, serie di finestre o porte. Esse sono costituite da un trasmettitore e da un ricevitore che inviano dei fasci sincronizzati: la barriera genera allarme in caso di interruzione di ogni singolo fascio.
  • Contatti magnetici adatti per il montaggio su infissi.
  • Una centrale di controllo che effettua le funzioni di gestione del sistema (supervisione di tutti gli elementi, memoria eventi, messaggi all’utente con sintesi vocale).
  • Un combinatore GSM, che permette di ricevere SMS in caso di allarme.
  • Avvisatori di allarme che saranno adeguati al tipo di impianto e in grado di garantire l’efficacia di segnalazione.
Tutto il sistema sarà verificato regolarmente per garantire un lungo periodo di servizio, affidabile e senza falsi allarmi.


CONTROLLO ACCESSI 

Una vasta gamma di soluzioni per tutte le esigenze, nella sicurezza più totale e con il minimo ingombro; dal design elegante e armoniosamente integrabili in qualunque contesto: aree pubbliche (stazioni ferroviarie, marittime e metropolitane, aeroporti, porti, arre sportive) e spazi ad alta frequentazione (centri commerciali, aziende di grandi dimensioni, hotel, parchi divertimento, centri fitness e benessere). Il sistema gestisce il flusso di persone o mezzi, in ingresso e in uscita, senza il controllo diretto; esso viene attivato dall’utente attraverso l’uso di un trasmettitore, o un tag, o un badge; il dato, inviato alla centrale programmata, invia a sua volta il segnale di consenso o di negazione all’apertura del varco controllato. Nei sistemi più evoluti, un PC, con un software di gestione, configura e gestisce le centrali di controllo e permette di: monitorare, registrare, collegare, programmare fasce orarie, gestire database, visualizzare gli eventi sul computer.
VIDEOSORVEGLIANZA

Sistema di videosorveglianza Realizzando un sistema di videosorveglianza, avrai la copertura ottimale degli ambienti che vuoi monitorare, dandoti la possibilità di tenere costantemente sotto controllo la tua attività o la tua casa. I sistemi classici prevedono un circuito di telecamere, le cui tecnologie possono prevedere l’uso di raggi infrarossi, le microonde o entrambe, collegate ad un videoregistratore, il quale permette la registrazione di tutte le immagini e da la possibilità di rivederle in qualsiasi momento. Ciò significa che si ha modo di tenere sotto controllo tutti gli ambienti desiderati e si può rintracciare il soggetto che abbia commesso un qualsiasi atto vandalico.
Collegando tutto il sistema anche ad un monitor, si ha la possibilità di monitorare gli ambienti in tempo reale. Oggi gli sviluppi tecnologici, con la disponibilità di microprocessore e di programmi specifici, insieme all’utilizzo di nuovi principi fisici nelle tecniche di rilevazione, hanno permesso significativi progressi nel campo della “sorveglianza”. Il mondo della videosorveglianza , oggi infatti, si sta integrando all’universo informatico attraverso la videosorveglianza IP che permette di sviluppare le potenzialità dei mezzi di controllo riducendo parallelamente i costi di gestione.
La formula tipica di un buon sistema di videosorveglianza IP prevede una serie di telecamere che invece di collegarsi ad un videoregistratore sequenziale si collega a un video server.
Quest’ultimo è un computer in grado di convertire i segnali delle telecamere in pacchetti di dati digitali che vengono inoltrati sulla rete. Un sistema di video sorveglianza su IP è controllabile sia attraverso la rete locale, sia attraverso Internet e perfino da un cellulare di ultima generazione.
Sotto questo profilo, i sistemi IP permettono addirittura la gestione in remoto di più sistemi da un’unica postazione e consentono l’estensione del controllo delle immagini alle forze di pubblica sicurezza. Inoltre, utilizzando telecamere IP, è possibile anche controllare tutti i parametri di puntamento dalla posizione remota. E’ sempre possibile integrare le telecamere-ip in un sistema di videosorveglianza tradizionale e/o viceversa.

Site Map